Sabato 7 novembre 2020
ore 10-13 e 14-18
con Lara Caputo

Lascia il segno! 
\ progettazione di un leporello con stampa analogica
 
Cosa?
Workshop di scrittura visiva e progettazione di un leporello con stampa analogica.
Stuzzicati da alcune suggestioni grafiche e poetiche con tema “texture” realizzeremo un leporello, un librino a fisarmonica fatto di immagini (e per chi vuole parole). Faremo esperimenti di scrittura non-sense e di diverse tecniche artistiche: frottage, collage, timbri, matrici xilografiche per creare dei percorsi narrativi personali e unici.
Motto e intenti
“Dietro ad ogni parola c’è una figura, che segue l’innata capacità umana immaginativa e la lunga tradizione di trasmissione orale. L’intento del corso è aiutare a recuperare questa “originale” capacità dell’individuo all’atto figurativo e inventivo di creare forme e dalle forme creare storie, comprensibili aldilà dei codici convenzionali della lingua scritta. Il processo narrativo di ogni partecipante sarà libero, autonomo e unico. In caso di precedente esperienza è incoraggiata la “dimenticanza” :) “.

Materiali
Saranno forniti i materiali base, colla, forbici, alcune immagini, alcune matrici xilo. Ogni partecipante è libero di portare materiali propri.
Portate una buona dose di curiosità.

L’insegnante
Lara Caputo, anno 1987.
Attualmente è libraia, grafica freelance, designer, ed è autrice di un progetto editoriale indipendente chiamato Storie da non raccontare, che si è evoluto in laboratori ludico-formativi per bambini e adulti.
Da sempre interessata alla ricerca legata alle arti visive, si laurea in design alla Facoltà di Architettura di Genova e si specializza in graphic design al Politecnico di Milano dove vive e lavora come grafica per cinque anni. Nel frattempo partecipa a numerosi workshop e mostre-mercato di editoria indipendente. Svariati interessi, viaggi e studi di ricerca l’hanno portata a pensare che l’esperienza e l’intuizione debbano prevalere sul tecnicismo; l’osservazione con occhi curiosi del mondo circostante, che spesso ci richiede di tornare bambini, è una condizione essenziale per concepire progetti evolutivi.


La quota di partecipazione è di 70 euro, materiali compresi.
È richiesta l’iscrizione all’Associazione per l’a.a. 2020-21 (10 euro).
Il termine ultimo per l’iscrizione e il pagamento dell’intera quota è il 31 ottobre 2020.
Il corso è a numero chiuso (minimo 4 – massimo 8 partecipanti); per le iscrizioni dell’ultimo momento non è garantita la disponibilità di posti.
Per partecipare scrivi a info@papegenova.it